19 Settembre 2018      pdlombardia.it      partitodemocratico.it     Newsletter: iscriviti / cancellati  
 
 
Articoli
Posizioni PD · pubblicato il 05 Giugno 2012

Le strade provinciali... di buca in buca

E` presto detto; la Giunta Pirovano ha deliberato un aumento dell`aliquota (dal 12,5% al 16%) dell`imposta sulle assicurazioni a partire dal mese di febbraio; questo aumento porterà nelle casse della Provincia un introito di 7/8 milioni di euro che dovrebbero essere rienvestiti in parte nel trasporto pubblico e in parte per la manutenzione delle strade. Questa scelta, se verrà confermata, non porterà alcun frutto nel corrente anno poiché, come si diceva, il grave ritardo nell`approvazione del bilancio comporterà un rinvio degli investimenti sulla manutenzione stradale (si pensi solo ai tempi necessari per esperire gli appalti) che deve essere eseguita nel periodo estivo nel quale vi sono le condizioni climatiche per le nuove asfaltature e per non creare ulteriori problemi alla viabilità.

Pertanto, è facile prevedere che nel 2012 (com`è stato per il 2011) le strade provinciali verseranno pressoché nelle medesime precarie condizioni con buona pace dei bergamaschi e delle promesse di Pirovano & Company.

Il Gruppo provinciale del Partito Democratico non mancherà, nel corso della discussione del bilancio di previsione di stigmatizzare tale situazione, ma soprattutto avanzerà proposte e soluzioni perché la sicurezza e la manutenzione stradale possa procedere a tappe certe e senza ulteriori rinvii.

 



Una delle competenze “storiche” della Provincia è la gestione delle strade provinciali che nel tempo sono state riclassificate anche a seguito del trasferimento delle ex strade statali: oggi la provincia di Bergamo ha la competenza (manutenzione ordinaria, straordinaria, sgombero neve) di ben 2.100 kilometri di strade.

Non abbiamo ancora i dati del bilancio di previsione del 2012 (quest`anno in grave ritardo con evidenti ripercussioni sui tempi di realizzazione delle opere viabilistiche); nel 2011 erano stati stanziati, per la manutenzione delle strade e per la segnaletica, 10 milioni di euro dei quali 1 milione disponibili, mentre gli altri 9 sarebbero stati condizionati dalle alienazioni che la Provincia prevedeva di realizzare. Le ipotesi di investimento riguardavano le pavimentazioni/asfaltature, segnaletica orizzontale e verticale, barriere a difesa della caduta massi, interventi per riduzione dell`inquinamento acustico, manutenzione degli impianti di illuminazione.

A consuntivo, delle risorse previste ben poco è stato investito e quel poco si è limitato al sale antigelo, alla rimozione della neve e ad interventi di somma urgenza (vedi relazione al bilancio consuntivo 2011 – pag. 104).

A confermare la situazione di grave precarietà in cui versano le strade provinciali segnaliamo solo due fatti recenti:

  1. in alcune strade provinciali sono stati diminuiti i limiti di velocità in quanto il fondo stradale presenta pericoli per la tenuta dei veicoli;

  2. il percorso di una recente, importarne gara ciclistica per cicloamatori è stato ampiamente modificato a causa delle condizioni non sufficienti di sicurezza per i ciclisti.

Cosa succederà nel 1012?

 

 

Leggi gli articoli
per categoria

Proposte programmatiche

Agricoltura

Ambiente

Cultura

Diritti

Donne

Economia

Enti locali

Europa e mondo

Famiglia e politiche sociali

Formazione politica

Giustizia

Immigrazione

Informazione

Infrastrutture e trasporti

Lavoro

Riforme e PA

Salute

Scuola

Sicurezza

Terzo Settore

Universita' e ricerca

Posizioni PD

via S. Lazzaro 41, Bergamo | tel. 035.248180 | segreteria@pdbergamo.it  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  credit