17 Agosto 2018      pdlombardia.it      partitodemocratico.it     Newsletter: iscriviti / cancellati  
 
 
Articoli
Ambiente · Bassa · pubblicato il 10 Settembre 2012

Cava Vailata. PdL e Lega: avanti tutta contro le stesse volonta’ del territorio

Il Consiglio regionale della Lombardia ha bocciato, a maggioranza, la mozione del Gruppo del Partito democratico, presentata dai consiglieriMario Barboni e Maurizio Martina, sulla contrarietà alla discarica di cemento amianto di Cava Vailata, nel Comune di Treviglio. Il documento sottoscritto anche dai consiglieri Alloni e Villani enumerava le criticità più evidenti che impediscono di guardare con serenità alla richiesta autorizzativa del 2009. Tra queste: l’interferenza con il piano territoriale della Provincia di Bergamo che prevede nell’ambito dell’ex cava un ambito di valorizzazione, riqualificazione e progettazione paesaggistica; il contrasto con i livelli di falda di progetto; il mancato rispetto del Piano regionale per la gestione dei rifiuti che prevede una distanza minima tra il primo strato di impermeabilizzazione e l’altezza massima della falda; l’interferenza con la realizzazione della Brebemi e della Tav.
“Era l’occasione – ha commentato Mario Barboni – per bloccare l’operazione Cava Vailata per il conferimento e lo smaltimento di amianto a fronte soprattutto del fatto che non vi è un piano di governo per lo smaltimento di rifiuti speciali, amianto compreso, che possa essere davvero e seriamente governato e possa mettere in sicurezza i territori nei quali queste eventuali discariche verrebbero insediate”.
La richiesta del PD si affiancava a quella avanzata dalle comunità locali e dalle amministrazioni comunali di Treviglio, Casirate e Calvenzano che hanno già annunciato il ricorso al TAR, diversamente da quanto sostenuto in Aula dall’Assessore al Territorio e Urbanistica, Daniele Belotti. “Si trattava di prendere una decisione su un caso con evidenti elementi di problematicità. Non si tratta – proseguono il consigliere Martina – di una posizione preconcetta, perché sappiamo benissimo anche noi che la necessità di trovare soluzioni allo smaltimento del cemento amianto è forte, in particolare in provincia di Bergamo, ma senza un piano di controllo coordinato e sorvegliato non vediamo la necessaria sicurezza”.
“La bocciatura dell’atto che cheiedeva al Consiglio regionale di esprimere la propria contrarietà all’ipotesi di previsione della discarica e impegnava la Giunta ad assumere tutti gli atti necessari affinché questa ipotesi venisse definitivamente scongiurata – concludono i due consiglieri del PD – va anche contro la volontà delle comunità e sembra non valutare attentamente la situazione di contesto. Dal nostro punto di vista registriamo che, come già più volte accaduto, PdL e Lega predicano sempre l’attenzione ai territori e agli Enti Locali e poi fanno calare sulla loro testa decisioni che necessiterebbero di una diversa sensibilità”.

 

 

Leggi gli articoli
per categoria

Proposte programmatiche

Agricoltura

Ambiente

Cultura

Diritti

Donne

Economia

Enti locali

Europa e mondo

Famiglia e politiche sociali

Formazione politica

Giustizia

Immigrazione

Informazione

Infrastrutture e trasporti

Lavoro

Riforme e PA

Salute

Scuola

Sicurezza

Terzo Settore

Universita' e ricerca

Posizioni PD

via S. Lazzaro 41, Bergamo | tel. 035.248180 | segreteria@pdbergamo.it  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  credit