21 Giugno 2018      pdlombardia.it      partitodemocratico.it  
 
 
Articoli
Economia · Bergamo · pubblicato il 06 Luglio 2017

Libretto famiglia e collaborazioni occasionali Carnevali (PD):

Libretto famiglia e collaborazioni occasionali Carnevali (PD): "Operativo il nuovo Presto" Con la circolare n. 107 del 2017 l`INPS detta le regole per la gestione delle nuove prestazioni occasionali e del libretto famiglia, che diventano quindi "operativi". "La nuova normativa - spiega la deputata PD Elena Carnevali - punta ad impedire gli abusi che con troppa frequenza si verificavano con il vecchio sistema dei voucher, e a garantire maggiori diritti ai lavoratori occasionali che collaborano con professionisti e piccole imprese e a tutti coloro che offrono prestazioni alle famiglie: dalle pulizie, alle ripetizioni scolastiche, ai piccoli lavori di giardinaggio. Sono soprattutto importanti i limiti posti non solo al lavoratore, ma anche al datore di lavoro, che servono a ricondurre questo tipo di prestazioni a quello che effettivamente sono: collaborazioni da utilizzare in modo sporadico e saltuario. Un sistema che offre quindi più garanzie sia ai lavoratori coinvolti, sia alle famiglie che in questo periodo di vuoto legislativo avevano problemi a regolarizzare la posizione dei collaboratori domestici che lavoravano magari solo per un paio d`ore alla settimana". Il nuovo contratto di collaborazione occasionale si chiamerà "Presto", sarà operativo dal prossimo 10 luglio e prevede due diverse forme: il libretto famiglia, se il datore di lavoro è una persona fisica, e il contratto di prestazione occasionale per professionisti o imprese. Il valore di ogni Presto sarà di 10 euro se utilizzato da una famiglia (8 euro la retribuzione netta per il lavoratore, contro i 7,50 dei voucher), mentre per le aziende il compenso minimo orario netto sarà di 9 euro, più il 33% di contribuzione Inps, il 3,5% di premio Inail e l`1% di oneri di gestione. Ogni lavoratore potrà incassare un massimo di 5mila euro (come era con i voucher), con un limite di 2.500 per ogni singolo utilizzatore. La novità, con i Presto, è che subentrano limiti stringenti anche per gli utilizzatori: non più di 5mila euro all`anno per tutto il personale coinvolto (limiti al netto di quanto incassato dai lavoratori). Anche le Pubbliche amministrazioni possono fare ricorso al contratto di prestazione occasionale, esclusivamente per esigenze temporanee o eccezionali (ad esempio inserimenti lavorativi di persone svantaggiate, lavori di emergenza o per l`organizzazione di manifestazioni sportive o culturali) Alle Pubbliche amministrazioni non si applica il divieto di utilizzo del contratto di prestazione occasionale previsto per i datori di lavoro con più di cinque dipendenti in rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

 

 

Leggi gli articoli
per categoria

Proposte programmatiche

Agricoltura

Ambiente

Cultura

Diritti

Donne

Economia

Enti locali

Europa e mondo

Famiglia e politiche sociali

Formazione politica

Giustizia

Immigrazione

Informazione

Infrastrutture e trasporti

Lavoro

Riforme e PA

Salute

Scuola

Sicurezza

Terzo Settore

Universita' e ricerca

Posizioni PD

via S. Lazzaro 41, Bergamo | tel. 035.248180 | fax 035.248765 | segreteria@pdbergamo.it  |  credits